FINALMENTE DA UN PAIO DI MESI É DISPONIBILE ON LINE IL SITO DEL

MUSEO DI FARA  SABINA

 

    

 

   

Creato nel 1980 presso l'Abazia di Farfa e successivamente trasferito a Palazzo Brancaleoni , in Piazza del Duomo a Fara Sabina nel 2001 , il Museo di Fara Sabina raccoglie reperti provenienti da i due siti piú importanti della Sabina tiberina e cioé CURES e ERETRUM.

La particolaritá del Museo é quella che nel accogliere i reperti provenienti da una citta cosí detta dei vivi < Cures > ed una dei morti < Eretrum >  offre al  visitatore uno spaccato abbastanza reale e completo della vita dei Sabini e la loro organizzazione sociale. La possibilitá di ammirare un lituo, un bastone curvo simbolo del potere spirituale, ritrovato in  una tomba regale presso la necropoli di Eretum a testimonianza di come i i Re Sabini ricoprissero  ruoli sacerdodali, dona al Museo un collocamento di estremo interesse . Visitando le sue stanze si ha la possibilitá di ammirare parallelamente a vari lavori di terracotta, un cippo di calcare dove é ancora possibile ammirare un'esempio di scrittura arcaico Sabina ( VI - V secolo avanti Cristo );il trono reale, proveniente da un tomba a camera, considerata la piú grande d'Italia e molti  monili e ciondoli sia di argento come di bronzo ed oro tra cui uno bellissimo  utilizzato come simbolo e logo del Museo stesso.

 

           visita il sito ufficiale

 

 
   

 

 
 
 

 
   
     
   
       
  Ringrazio  la   Dott.ssa    Maria Luisa AGNENI   direttore del  Museo  e  la Sig.a Laura COLLALTI per la preziosa quanto gentile collaborazione.                                                             Danilo F. Tittoni- 11.2008  
         

cannetosabino.com/2008