info

Canneto Sabino ( RI )   |  250mt ,slm   |  É0765..   |  è 02032   |   gps: 42°11′02″N 12°43′53″E

le nostre vie | forra di linguessa | fontevecchia | progetto Piazza L.Paceri  | Artemia e Ginulfo   | museo F.Sabina

il ratto della sabina | 10 dicembre 1910 | mi chiamo Terra Sabina | Rai Radio | YouTube

 

     

 

la forra di Linguessa

 

ma quale freddo !!!

C'é una stanza blu a Bucureşti che aspetta di essere utilizzata. Non lasciatemelo  fare  da  solo !

 

Sebbene molti di voi si ricordino della nevicata del 1985, piú che altro per i danni che provocó, i piú anziani ricordano bene quella 1956 che ha molte analogie con quella di questi giorni

 

progetto Piazza L. Paceri

Il materiale illustrativo non é di buona qualitá ma rende chiaro il concetto e progetto

 

Grazie all'iniziativa  di alcuni privati cittadini di Canneto Sabino, molte delle nostre strade non hanno perso la loro storica denominazione. Resta l'amarezza che questa azione non sia stata ufficialmente promossa dalla  Pro Canneto ! A quest'ultima segnalo che ci sono ancora delle vie che sono in attesa di riavere la loro vecchia denominazione 

 
 
 

Canneto Sabino ( 02032 ) é una piccola frazione del comune di Fara in Sabina, a metá strada tra Roma e Rieti, adagiata sulle prime pendici dei Monti Sabini ad una altitudine di circa 250mt.. Conta poco piú di 1000 abitanti e nonostante la sua vicinanza alla Capitale, ha mantenuto intatta tutta la sua bellezza di classico paesino Sabino immerso nella tranquillitá e difeso solo dai suoi secolari oliveti in rispetto a quella cultura che ci vuole abitanti in cittá senza mura. I dintorni di Canneto Sabino, attestano come, nonostante la modernitá e consumismo odierno si possa ancora trovare una natura ricca di verde e profumi senza rumori se non quelli relativi ai cinquettii degli uccelli, o magari quello dell'acqua che cade nel crepaccio di Linguessa. Collocato poco distante dall'antico insediamento Sabino della cittá di Cures, fa parte della rinomata zona dove viene prodotto l'olio extra vergine SABINA DOP, primo in Italia ad ottenere questo riconoscimento; inoltre in localitá Bertini, offre al visitatore un maestoso albero di ulivo , il piú grande e vetusto d 'Europa mentre presso la famiglia Tanteri, una chiesetta consacrata alla Madonna della Neve dove épossibile ammirare degli affreschi delXv e XVII secolo.

contact us : info@cannetosabino.com